Per fare teatro non serve nulla oltre a noi stessi

Giorni fa conduco un laboratorio di improvvisazione teatrale con un gruppo di adulti di varie età, diverse professioni e provenienze. Conosco solo i loro nomi, non so quale lavoro svolgano, quali passioni abbiano, dove abitino e così via. Eppure grazie al teatro, la comunicazione tra noi è stata vera, profonda, fatta di piccole e grandi cose in cui ciascuno ha narrato qualcosa di sé, ha conosciuto gli altri e persino scoperto parti di se stesso che ignorava.
Mentre ci stavamo concentrando, liberando il corpo da tensioni e stress, stanchezza accumulata durante la giornata (qualcuno ha detto: durante tutta la settimana!) riflettevo con loro sul fatto che
Cecilia Moreschi
per fare teatro non serve assolutamente niente. Non occorrono tele e pennelli, strumenti musicali, essere dotati di grazia e agilità, scarpette da ballo, o una bella voce intonata. La natura ha già fornito all’essere umano tutto ciò che gli occorre per fare teatro: il corpo, la voce, e la capacità di entrare in relazione con l’altro accanto a me.
Ecco, abbiamo tutto ciò che ci serve: ora occorre solo un pizzico di coraggio, per lasciarsi andare e buttarsi in questa splendida avventura.

Nessun commento:

Posta un commento